La FMI Lombardia comunica che:

Documenti e Linee Guida per il contrasto alla diffusione del Covid-19 nelle attività sportive

Articolo aggiornato al 20 maggio 2020

Si pubblicano di seguito le Linee Guida e i documenti ministeriali, della Federazione Motociclistica Italiana e della Federazione Medico Sportiva Italiana, finalizzati alla ripresa dell’attività sportiva motociclistica federale:

1) Linee Guida FMI per le attività di allenamento sportivo, aggiornate al 18 maggio che recepiscono il Decreto Legge n.33 del 16 maggio, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020 e le Linee Guida dell’Ufficio dello Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri n.3180 del 4 maggio 2020.

Scarica il documento

2) Modulo di Autodichiarazione COVID-19. Da portare con sé, consegnare all’impianto di allenamento e inviare al proprio Moto Club. Deve essere stampato e compilato in almeno 3 copie: 1 va portata con sé in caso di controllo e presentata insieme al documento di riconoscimento ed alla comunicazione della FMI, 1 va consegnata all’impianto (ad uso dell’impianto ed ai fini assicurativi), 1 va inviata al MC con il quale il pilota è tesserato.

Scarica il documento

3) Linee Guida per l’Esercizio Fisico e lo Sport dell’Ufficio dello Sport, volte a fornire le indicazioni generali per la ripresa dello sport.

Scarica il documento

4) Protocollo FMSI (Federazione Medico Sportiva Italiana). Tale Protocollo è riservato ai piloti che sono stati colpiti da Covid.

Scarica il documento

5) Linee Guida FMSI per la ripresa dell’attività fisica dopo lockdown per pandemia Coronavirus

Scarica il documento

 (fonte: www.fmilombardia.it)

La FMI Lombardia comunica che:

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha emesso in data 07/05  l’ordinanza n.541 che consente la pratica delle attività sportive e motorie svolte in forma individuale.

https://www.fmilombardia.it/wp-content/uploads/sites/38/2020/05/ORDINANZA541...

Confermiamo che le coperture assicurative sono valide nelle regioni in cui le ordinanze Regionali autorizzino l’attività sportiva, ovviamente nel rispetto delle linee guida pubblicate dalla FMI.

 (fonte: www.fmilombardia.it)

La FMI Lombardia comunica che:

Finanziamenti dell’Istituto di Credito Sportivo per i Moto Club FMI iscritti al Registro CONI

In questo momento di difficoltà generale, si concretizza un prezioso aiuto per i nostri Club e associazioni sportive. Le istanze che lo stesso Presidente Copioli aveva sostenuto e auspicato sono adesso diventate realtà. Attraverso questo concreto aiuto i Moto Club della FMI possono avere una risorsa in più e guardare con maggiore fiducia al prossimo futuro. Un altro concreto risultato che la Federazione Motociclistica Italiana ottiene in un periodo di emergenza sanitaria ed economica.

Con il Decreto Legge 8 aprile 2020, n. 23 “Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali” (GU Serie Generale n.94 del 08-04-2020)il Governo ha creato e finanziato il Comparto Liquidità del Fondo di Garanzia e del Fondo Contributi Interessi in gestione all’Istituto per il Credito Sportivo (articolo 14 del summenzionato decreto), per consentire all’Istituto di Credito Sportivo stesso di erogare mutui – senza garanzie e a tasso 0 – destinati alla base del mondo sportivo, che in questo drammatico momento sta affrontando enormi difficoltà. I destinatari di tale misura sono, quindi, anche i Moto Club FMI. 

Leggi tutto: FMI Lombardia - Finanziamenti per Moto Club

La FMI Lombardia comunica che:

Pubblicati i documenti per il contrasto alla diffusione del Covid-19 negli allenamenti sportivi a partire dal 4 maggio

Si pubblicano di seguito LE LINEE GUIDA e i PROTOCOLLI  della Federazione Motociclistica Italiana e della Federazione Medico Sportiva Italiana, finalizzati alla ripresa degli allenamenti riservati ai soli piloti di interesse nazionale:

1) Linee Guida FMI, valide al momento esclusivamente per l’allenamento dei Piloti di Interesse Nazionale

Scarica il documento

2) Modulo di Autodichiarazione COVID-19. Da portare con sé, consegnare all’impianto di allenamento e inviare al proprio Moto Club. Deve essere stampato e compilato in almeno 3 copie: 1 va portata con sé in caso di controllo e presentata insieme al documento di riconoscimento ed alla comunicazione della FMI, 1 va consegnata all’impianto (ad uso dell’impianto ed ai fini assicurativi), 1 va inviata al MC con il quale il pilota è tesserato.

Scarica il documento

3) Protocollo FMSI (Federazione Medico Sportiva Italiana), valido esclusivamente per la ripresa degli allenamenti dei piloti di Interesse Nazionale. Tale Protocollo è riservato ai piloti che sono stati colpiti da Covid.

Scarica il documento

4) Linee Guida FMSI per la ripresa dell’attività sportiva in generale

Scarica il documento

Si evidenzia che l’allenamento è per il momento consentito solo ai piloti di interesse nazionale che hanno ricevuto esplicita e personale dichiarazione della FMIpresso gli impianti a porte chiuse che si renderanno disponibili.

 (fonte: www.fmilombardia.it)

La FMI Lombardia comunica che:

Domande Frequenti relative al DPCM 26 aprile 2020 e all’attività sportiva motociclistica permessa a partire dal 4 maggio

Si pubblicano di seguito le domande frequenti relative al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile e all’attività sportiva motociclistica permessa a partire dal 4 maggio.

  • È LA FMI CHE DECIDE SE SI PUO’ ANDARE IN MOTO O FARE SPORT MOTOCICLISTICO?

NoLe direttive che indicano chi possa utilizzare la moto come mezzo di locomozione, o a fini ludici e di attività sportiva, o per effettuare allenamenti sportivi o attività agonistiche motociclistiche, sono comprese nei Decreti del Governo e degli Organi regionali e comunali. Il Decreto del 26 aprile ha fornito delle indicazioni di massima su quanto accadrà dal prossimo 4 maggio. Per tutto il mondo dello sport saranno molto più significative e chiarire le Linee Guida che dovranno essere emanate fra qualche giorno dal Ministero dello Sport, “previo parere del Comitato Scientifico” e sentiti anche i pareri della Federazione Medico Sportiva e delle Federazioni Sportive che sono state interpellate dal CONI nei giorni scorsi per valutare i fattori di rischio in ogni singolo sport. Sottolineiamo che la Federazione Motociclistica Italiana è in contatto con le massime Autorità politiche e istituzionali per portare avanti le istanze dei motociclisti, che comunque non possono non tenere conto dell’obiettivo di salvaguardare la salute di tutti, primario interesse di ciascuno.

  • GLI AMATORI POTRANNO FARE ATTIVITA’ MOTOCICLISTICA SU STRADA O FUORISTRADA?

Leggi tutto: FMI Lombardia - Domande Frequenti relative al DPCM 26 aprile 2020

La FMI Lombardia comunica che:

Si fanno sempre più insistenti le info che darebbero la parziale ripartenza delle  attività sportive di livello individuale, almeno per allenamenti (motociclismo incluso), a partire dal 04 Maggio.

Considerando quanto sopra il Settore Tecnico e la Commissione Medica FMI stanno approntando un “protocollo con linee guida” da applicarsi a livello Nazionale per i Moto Club gestori di campi e ai piloti (possessori di licenza e/o tessera sport) che vorranno praticare attività di allenamento.

Documento che uscirà a brevissimo, pertanto invitiamo ad evitare “fughe in avanti” con comunicazioni che  potrebbero non trovare applicazione.

Aspettiamo il DPCM e relative Normative Regionali oltre al “protocollo con linee guida” di cui sopra e poi, auguriamoci. tutti in moto (almeno per allenamento).

Le ipotesi più  accreditate ad oggi prevedono l’apertura alla possibilità di “allenamenti” per tutto il mese di Maggio, con possibilità di manifestazioni/gare solo a carattere Regionale in Giugno e probabilmente manifestazioni a carattere Nazionale da  Luglio.

Naturalmente tutto variabile/modificabile dal Governo  in base alla diffusione del Covid -19.

Per ora stiamo a casa per questi ultimi giorni  preparando le moto…….

 (fonte: www.fmilombardia.it)

La FMI Lombardia comunica che:

In ottemperanza al decreto emanato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte – DPCM 10 aprile 2020 – sono prorogate fino al 3 maggio le seguenti misure già adottate, in precedenza valide fino al 27 aprile:

-sospensione delle manifestazioni o competizioni sportive federali di ogni ordine e disciplina motociclistica, a livello nazionale e territoriale,

-sospensione di tutte le attività che si svolgono sotto il coordinamento federale, compresi i raduni mototuristici, i corsi per Licenziati, le sedute di allenamento strutturato (esempio: collegiali, stage, corsi), a livello nazionale e territoriale,

-divieto di allenamento per atleti professionisti e dilettanti. Divieto esteso quindi anche per piloti quali PIN, Talenti Azzurri e piloti partecipanti a Campionati Nazionali e Internazionali.

 (fonte: www.fmilombardia.it)

La FMI Lombardia comunica che:

Il nuovo decreto firmato mercoledì sera dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte – DPCM 1 aprile 2020 – conferma le misure già esistenti e prevede, come unica novità contenuta nel provvedimento, il divieto di allenamento per atleti professionisti e dilettanti fino al 13 aprile 2020.

Pertanto, alla luce delle nuove prescrizioni, risulta vietata ogni forma di allenamento, anche per i piloti precedentemente autorizzati (PIN, Talenti Azzurri e piloti partecipanti a Campionati Nazionali e Internazionali).

Resta inteso quanto già comunicato dalla Federazione Motociclistica Italiana nei giorni scorsi – attraverso i propri canali istituzionali (cui si rimanda sempre per ogni comunicazione ufficiale) – in merito:

  • alla sospensione – fino al 27 aprile incluso – delle manifestazioni o competizioni sportive federali di ogni ordine e disciplina motociclistica, a livello nazionale e territoriale;
  • alla sospensione – fino al 27 aprile incluso – di tutte le attività che si svolgono sotto il coordinamento federale, compresi i raduni mototuristici, i corsi per Licenziati, le sedute di allenamento strutturato (esempio: collegiali, stage, corsi), a livello nazionale e territoriale.

 (fonte: www.fmilombardia.it)

La FMI Lombardia comunica che:

A seguito del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante «Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19» ed i successivi Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri relativi alle “Disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recanti misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale” la Federazione Motociclistica Italiana, vista la persistente situazione sanitaria legata al crescente sviluppo dell’emergenza epidemiologica in atto sull’intero territorio nazionale, ha ritenuto di prorogare la sospensione delle attività.

Pertanto è stata disposta la proroga fino al 27 aprile 2020 incluso di tutte le misure e le disposizioni inerenti il provvedimento di sospensione delle attività federali, già diffuso, attraverso tutti i canali istituzionali.

E’ stato così deliberato di prolungare – allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 sull’intero territorio nazionale – l’applicazione delle seguenti misure relative allo svolgimento delle attività federali fino al 27 aprile 2020 incluso:

– sospensione delle manifestazioni o competizioni sportive federali di ogni ordine e disciplina motociclistica, a livello nazionale e territoriale, fino al 27 aprile compreso, delegando ai Comitati ed alle Commissioni federali la riprogrammazione di tutta l’attività sportiva;

– sospensione delle attività che si svolgono sotto il coordinamento federale, compresi i raduni mototuristici, i corsi per Licenziati, le sedute di allenamento strutturato (esempio: collegiali, stage, corsi), a livello nazionale e territoriale fino al 27 aprile compreso;

– possibilità, sulla base del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo, e salvo ulteriori provvedimenti delle Autorità competenti, per gli Atleti di Interesse Nazionale (PIN, Talenti Azzurri e piloti partecipanti a Campionati Nazionali e Internazionali), di svolgere attività di allenamento a carattere personale in forma non collettiva con il rispetto delle seguenti condizioni:

  1. presenza di personale medico tenuto ad effettuare controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano;
  2. attività svolta in impianti utilizzati a porte chiuse ovvero all’aperto ma senza la presenza di pubblico, garantendo il rispetto della distanza minima fra le persone;

e prevedendo, nel caso in cui non fossero rispettate tali condizioni e misure precauzionali, la sospensione delle attività di allenamento secondo un generale principio di prudenza e di salvaguardia della salute ed incolumità pubblica.23

 (fonte: www.fmilombardia.it)

La FMI Lombardia comunica che:

Sospese, su tutto il territorio nazionale e fino al 3 aprile, le manifestazioni, le competizioni FMI e le attività che si svolgono sotto il coordinamento federale

 
Moto Club , Notizie
10 marzo 2020
A seguito dell’ulteriore Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo che integra ed in parte sostituisce i precedenti Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo e 8 marzo al fine di evitare diversità interpretative ed applicative, sentito il Consiglio Federale, si dispone che – allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 sull’intero territorio nazionale – si applicano le seguenti misure relative alle attività sportive federali:

1 - sospensione delle manifestazioni o competizioni sportive federali di ogni ordine e disciplina motociclistica, a livello nazionale e territoriale fino al 3 aprile compreso. I Comitati e le Commissioni federali si impegneranno, ove possibile, per recuperare in altra data gli eventi che non si siano svolti.

2 - sospensione delle attività che si svolgono sotto il coordinamento federale compresi i raduni mototuristici, i corsi per Licenziati, le sedute di allenamento strutturato (collegiali, stage, corsi), a livello nazionale e territoriale fino al 3 aprile compreso.

3 - E’ possibile, sulla base del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo, che gli Atleti di Interesse Nazionale (PIN, Talenti Azzurri e piloti partecipanti a Campionati Nazionali e Internazionali), possano svolgere attività di allenamento svolta a carattere personale in forma non collettiva che rispettino le seguenti condizioni: a) presenza di personale medico tenuto ad effettuare controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano; b) attività in impianti utilizzati a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico

Nei casi in cui si ritenesse che non siano rispettate le condizioni e misure precauzionali prescritte dal DPM dell’8 marzo 2020 ai fini del contenimento della diffusione del virus, è opportuno sospendere le attività di allenamento secondo un generale principio di prudenza e di salvaguardia della salute ed incolumità pubblica.

Nel caso siano rispettate le condizioni e le misure precauzionali, si raccomanda di attenersi comunque alle seguenti indicazioni della Federazione Medico Sportiva Italiana:

1) Non bere dalla stessa bottiglietta/borraccia/bicchiere, utilizzando sempre bicchieri monouso o una bottiglietta nominale o comunque personalizzata, e non scambiare con i compagni altri oggetti (asciugamani, accappatoi, ecc.).

2) Evitare di consumare cibo negli spogliatoi.

3) Riporre oggetti e indumenti personali nelle proprie borse, evitando di lasciarli esposti negli spogliatoi o in ceste comuni.

4) Buttare subito negli appositi contenitori i fazzolettini di carta o altri materiali usati come cerotti, bende, ecc.

5) Lavarsi accuratamente le mani il più spesso possibile: il lavaggio e la disinfezione delle mani sono decisivi per prevenire l’infezione.  Le mani vanno lavate con acqua e sapone per almeno 20 secondi e poi, dopo averle sciacquate accuratamente, vanno asciugate con una salvietta monouso; se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcol al 60%.

6) Evitare, nell’utilizzo di servizi igienici comuni, di toccare il rubinetto prima e dopo essersi lavati le mani, ma utilizzare una salvietta monouso per l’apertura e chiusura dello stesso.

7) Non toccarsi gli occhi, il naso o la bocca con le mani non lavate.

8) Coprirsi la bocca e il naso con un fazzoletto -preferibilmente monouso- o con il braccio, ma non con la mano, qualora si tossisca o starnutisca.

9) Arieggiare tutti i locali il più spesso possibile.

10) Disinfettare periodicamente tavoli, panche, sedie, attaccapanni, pavimenti, rubinetti, maniglie, docce e servizi igienici con soluzioni disinfettanti a base di candeggina o cloro, solventi, etanolo al 75%, acido paracetico e cloroformio.

11) Si invitano le persone che manifestano sintomi di infezione respiratoria in atto e/o febbre a non iniziare o ad abbandonare immediatamente l’attività e chiamare il Numero 112 o il Numero 1500 del Ministero della Salute operativo 24 ore su 24 senza recarsi al Pronto Soccorso.

12) Per chi non fosse ancora vaccinato contro l’influenza, si consiglia il più rapidamente possibile il  vaccino antinfluenzale, in modo da rendere più semplice la diagnosi e la gestione dei casi sospetti.

Sulla base dei Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, è prevista la possibilità di svolgere attività motoria e sportiva di base effettuata a carattere personale e in forma non collettiva rigorosamente all’aperto ed esclusivamente a condizione che sia possibile attuare il rispetto della distanza interpersonale di un metro.

La FMI sconsiglia comunque suddetta attività in quanto:

a) l’attività sportiva motociclistica presuppone una movimentazione di mezzi e di persone che dal Decreto è consentita solamente in caso di motivata e comprovata esigenza lavorativa, situazioni di necessità ovvero per motivi di salute

b) è comunque importante evitare o limitare la propria attività sportiva in considerazione del fatto che si tratta di attività a rischio elevato ed un eventuale infortunio, anche lieve, si ripercuote inevitabilmente sul sistema sanitario già sotto stress in questo periodo

Vista la situazione contingente, sarà concessa una proroga relativa al rinnovo delle omologazioni degli impianti per il 2020. Appena possibile saranno fissate nuove tempistiche.

Si invita tutto il mondo federale, i Tesserati, i Licenziati e i Moto Club a recepire e diffondere le disposizioni con senso di appartenenza e di responsabilità condivisa e comune senso civico poiché le nostre azioni di salvaguardia della collettività sportiva fanno dipendere le sorti non solo nostre ma di tutti coloro che ci circondano.

Nel comprendere il disagio causato dalla presente disposizione, motivata dallo spirito di protezione dei nostri tesserati e di piena collaborazione con l’impegno di tutta la Nazione, la Federazione, tenendo costantemente monitorata la situazione e le eventuali ulteriori disposizioni governative, valuterà ulteriori direttive da emanare tempestivamente per i periodi successivi al 3 aprile.

 (fonte: www.fmilombardia.it)

La FMI Lombardia comunica che:

Si riportano di seguito le disposizioni previste per l’attività sportiva dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo (ad ogni buon conto integralmente disponibile cliccando qui e che sostituisce il precedente Decreto del 1°/3/2020), allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 sull’intero territorio nazionale, che rimarranno valide fino al 3 aprile 2020:

Sono sospesi  gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; resta comunque consentito, nei comuni diversi da quelli di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020 (zona rossa), e successive modificazioni, lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano. Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il mantenimento di una distanza interpersonale di almeno un metro.

A seguito della sopraccitata disposizione e nell’ottica della maggiore tutela e precauzione, anche al fine di evitare diversità interpretative ed applicative, sentito il Consiglio Federale, si dispone che non si potranno tenere manifestazioni o competizioni sportive federali di ogni ordine e disciplina motociclistica, compresi i raduni mototuristici, a livello nazionale e territoriale fino al 15 marzo compreso. I Comitati e le Commissioni federali si impegneranno per recuperare in altra data gli eventi che non si siano svolti.

Nel comprendere il disagio causato dalla presente disposizione, motivata dallo spirito di protezione dei nostri tesserati e di piena collaborazione con l’impegno di tutta la Nazione, la Federazione, tenendo costantemente monitorata la situazione e le eventuali ulteriori disposizioni governative, valuterà ulteriori direttive da emanare tempestivamente per il periodo successivo al 15 marzo.

 (fonte: www.fmilombardia.it)

Calendario gare

Giugno 2020
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30

FMI Lombardia

Nessun evento